FERMIAMO LA DEVASTAZIONE E IL DEGRADO DI PRTLOG

L'iniziativa dei cittadini Volim Prtlog (Amo Prtlog) è nata dal desiderio di far conoscere il valore di Prtlog come area protetta e di esprimere la necessità della sua salvaguardia come area verde per le future generazioni. Si vuole, inoltre, porre in evidenza l'esigenza di un comportamento più consapevole e responsabile degli enti locali nei confronti di quest' area dal valore inestimabile che abbiamo a disposizione, e per sottolineare quanto sia importante e necessaria una cittadinanza attiva nel momento in cui si prendono decisioni di importanza strategica che DEVONO PRINCIPALMENTE TENERE CONTO DEGLI INTERESSI DELLA COMUNITÀ LOCALE.

Firmando questa petizione ci opponiamo alle decisioni del Consiglio Comunale della Città di Albona, con le quali è stata votata la Delibera di esecuzione del Piano urbanistico delle zone di sviluppo turistico Prtlog 2 (2016/11/04) e Prtlog 1 (2016/12/20).

Siccome si sono verificate delle modifiche del Piano territoriale della Regione Istriana, ad iniziativa degli investitori, contestiamo le autorità locali, che senza alcuna visione o strategia accettano tali iniziative, come anche i singoli consiglieri, che senza alcuna discussione costruttiva danno il loro consenso prendendo così una DECISIONE CRUCIALE per il futuro della comunità locale.

Chiariamo i motivi della nosta insoddisfazione con i seguenti argomenti:


  • SIAMO CONTRO FAVORITISMI DA PATRE DEGLI ENTI LOCALI A FAVORE DEGLI INVESTITOR - dopo che gli abitanti di Prtlog hanno venduto le loro superfici di terreno non edificabile, c' è stata una modifica dei piani territoriali su iniziativa di uno degli investitori. Dieci anni fa è stato detto qualcosa di completamente diverso agli abitanti di Prtlog: non ci sarebbe stato alcun intento di costruzione ed eficazione perché Prtlog era considerato una zona protetta, ma oggi, dopo che queste persone hanno venduto le loro proprietà per pochi spicci, e dopo che che questi terreni sono stati improvvisamente modificati in terreni edificabili, hanno acquisito un valore economico di gran lunga maggiore di quello iniziale.
  • PRETENDIAMO TRASPARENZA DELLE AUTORITÀ LOCALI - i consiglieri dell'opposizione hanno richiesto i verbali di tutte le riunioni e di tutte le attività che si sono svolte con gli investitori, ma non li hanno mai ricevuti. Un ente locale che non è trasparente NON MERITA LA FIDUCIA DEI CITTADINI, perché qualsiasi forma di riservatezza in ambiti di dominio pubblico è in contrasto con gli interessi della comunità locale.
  • RICHIEDIAMO PROGGETTI DI SVILUPPO - la Città di Albona non ha elaborato uno dei punti fondamentali nella pianificazione e gestione dello SVILUPPO SOSTENIBILE, cioè la valutazione della capacità di accoglienza. Non vogliamo che la nostra costa diventi sovraurbanizzata. Le noste spiagge ormai ''diminuiscono'' ogni giorno di più, e l'accesso ad esse è sempre più ostacolato da rampe.
  • VOGLIAMO CONSERVARE L'ULTIMA OASI VERDE DI PACE E TRANQUILLITÀ - Il comune di Albona, con la ''benedizione'' della Regione Istriana, ha evitato di eseguire VALUTAZIONE STRATEGICA DELL'IMPATTO AMBIENTALE. Riteniamo che tale studio sia di estrema importanza considerando che si tratta di un'area di grande valore, ovvero di un paesaggio protetto. Ciò ha trovato conferma a marzo del 2016, quando la Piattaforma civile istriana ha denunciato la Regione Istriana all' Agenzia per la Protezione Ambientale a causa della mancata valutazione strategica dell'impatto ambientale, ovvero la violazione della Legge sulla tutela ambientale nel momento dell'attuazione della Strategia.

Nessuno di noi è contro lo sviluppo, ma vogliamo uno sviluppo che porta a più benefici che danni. A causa della particolare importanza della qualità ambientale (PAESAGGIO PROTETTO), una quantità di turisti troppo grande potrebbe causare la distruzione dello stato di base e distruggere l'equilibrio naturale, e potrebbe inoltre cosituire una minaccia per le basi dello sviluppo turistico, perciò è necessaria la PARTECIPAZIONE ATTIVA DELLA COMUNITÀ LOCALE.

Si potrebbe dire che questa sia una storia ormai finita, si potrebbe dire che sia troppo tardi per agire, ma potreste tuttavia dire anche NON VOGLIO SOSTENERLO RESTANDO IN SILENZIO! Uniamo il nostro AMORE per questo territorio e diciamo insieme AMO PRTLOG, confermando la vostra partecipazione con la firma di questa petizione.

L'iniziativa dei cittadini Volim Prtlog (Amo Prtlog)    Contatta l'autore della petizione

Facebook