Sosteniamo Mario Pianesi il guru del mangiare sano

 

pianesi1.jpg

 

Giù le mani da Mario Pianesi di Mauro Pasquinelli

La notizia e’ di quelle che fanno tremare le coscienze: Mario Pianesi sua moglie e due stretti collaboratori sono indagati dalla procura di Ancona per associazione a delinquere finalizzata alla riduzione in schiavitu’, maltrattatamenti, lesioni aggravate ed evasione fiscale. Il “guru” Mario Pianesi, secondo gli inquirenti sarebbe a capo di una psico-setta che manipolava i seguaci della sua dieta fino a gestirne l’intera vita e pretendere da loro donazioni in denaro.

Sono un frequentatore assiduo dei ristoranti di Mario Pianesi, tesserato, piu’ volte anche abbonato e posso testimoniare con fervore che entrando nei suoi punti vendita ho potuto sperimentare esattamente l’opposto dei capi di accusa lanciati dalla procura di Ancona. Precisamente un clima di pace, di serenita’, di armonia tra i collaboratori, che consente gioiosamente di staccare la spina dallo stress e dalla nevrosi delle relazioni moderne fondate sugli interessi della psico-setta di massa del potere economico neoliberista. Ma soprattutto ho potuto godere di una alimentazione sana, senza concimi chimici, biologica, rispettosa di una etica profonda del rapporto tra uomo e natura e tra uomo ed animali.

L’associazione di Pianesi conta 100.000 tesserati e mi resta difficile supporre che 99.997 di loro non si siano mai accorti delle infamie che gli sono piovute addosso in queste ore, tramite le confessioni piu’ o meno pilotate di tre loro componenti! Cio’ che sconvolge ancora di piu’ e’ la grande truffa mediatica che ha accompagnato la notizia! Illustri fautori di perniciose diete carnivore, che non hanno mai conosciuto Pianesi, pronti a concionare su di lui e a liquidarlo come un mostro. La presunta accusatrice intervistata a volto coperto e con voce metallica come se fossimo difronte ad un reato di strage mafiosa!

Stiamo parlando di Mario Pianesi cioe’ di colui che ha ricevuto moltissimi riconoscimenti a livello nazionale ed internazionale per la sua meritoria e decennale attivita’ finalizzata alla promozione di un modello agroalimentare e di uno stile di vita sostenibili e alternativi a quello consumistico e predatorio dominante. Nel 2007 fu addirittura il Presidente Giorgio Napolitano ad insignire Mario Pianesi di una medaglia della presidenza per la sua decennale attivita’ di sensibilizzazione sui temi della difesa dell’ambiente e della sana alimentazione. Nel 2013 ottenne la cittadinanza onoraria dal comune di Tolentino, insiema a Tara Ghandi nipote del Mahatma! Nel 2015 riceve da Fidel Castro una lettera in cui lo definisce “uomo saggio e generoso. Ammiro Mario Pianesi per il fervore con cui si e’ consacrato ad uno dei problemi piu’ preoccupanti per l’umanita’: la sana alimentazione”. Castro si e’ curato fino all’ultimo con la dieta macrobiotica e viene spontaneo pensare che la sua longevita’ fu anche merito di Mario. Pianesi ha ricevuto anche una laura ad onorem dalla Mongolia per i suoi esperimenti in campo agroalimentare. Celebre la trasformazione di una area desertica di questo paese in una oasi di verde e di benessere!

La sua dieta macrobiotica che ha radici nella cultura orientale fondata sulla polarita’ e complementarita’ cosmica dello Ying e dello Yang e che ha avuto maestri illustri come il giapponese Georges Ohsawa, ha effetti benefici in molte patologie, soprattutto nella cura del diabete mellito, ma anche dell’obesita’ e di altre malattie cardiovascolari. Proprio per questo iniziava a dare fastidio alla prepotente industria farmaceutica e agroalimentare che vuole imporci le sue cure e i suoi stili di vita artificiali ed innaturali, finalizzati non al benessere ma alla ricerca del massimo profitto.

Siamo difronte all’ennesima mostruosita’ giuridica costruita ad arte dal potere per affossare qualsiasi alternativa agli interessi delle lobby dominanti! Ne’ abbiamo avuto testimonianza anche nel 2004, quando la procura di Perugia, con a capo il procuratore Miriano (noto in seguito anche per la grande impostura giudiziaria orchestrata contro tre militanti del campo antimperialista accusati di terrorismo e assolti 20 giorni dopo con formula piena) fece arrestare alcuni esponenti di Ananda di Assisi per riduzione in schiavitu’ e circonvenzione di incapaci. Ananda: una associazione ispirata dal mistico Yogananda, anche essa con ramificazioni a livello mondiale e praticante un etica buddista e ghandiana di non violenza ed alimentazione vegetariana! Era come se Ghandi venisse perseguito per traffico di stupefacenti! C’era da ridere per non piangere! Come e’ noto anche in questa occasione furono tutti scarcerati per insussistenza dei fatti!

Ci chiediamo addoloratissimi chi c’e’ dietro questa nuova congiura giudiziaria creata ad arte per infangare persone benemerite e pubblicizzare qualche procura! Questa volta vogliamo che si vada fino in fondo e si scoprano nomi e cognomi degli esponenti di tutte le lobby che manovrano come burattini finanche magistrati e pubblici ministeri. Non permetteremo che tra 20 giorni lo scandalo, pompato con grande cagnara dal mainstream, venga derubricato con un trafiletto in decima pagina della cronaca Marchigiana!

Ci chiediamo infine come mai nessuna procura di questo paese si attivi per perseguire i crimini quotidiani combattuti dall’associazione di Pianesi e tra questi il maltrattamento degli animali, gli scandalosi allevamenti intensivi, l’agricoltura a base di glisofati e diserbanti chimici, l’alimentazione chimica e tossica di massa responsabile di una mostruosa impennata delle patologie tumorali!!

Viene il grande sospetto che anche qui ci sia del marcio in Danimarca e che molte procure lungi dal far proprie le garanzie e le finalita’ costituzionali, obbediscano solo agli interessi dominanti !!!

15 marzo 2018

 

Una delle tante testimonianze

Mercoledì 14 marzo 2018 alcuni giornali (secolo XIX- La Repubblica) e telegiornali hanno riportato la notizia che MARIO PIANESI ed alcuni collaboratori sono indagati già dal 2013 nell'ambito di un'indagine condotta dalla Polizia di stato di Ancona in seguito a denunce di alcune persone che si ritengono danneggiate dalle diete prescritte da Pianesi e a vario titolo plagiate.
 
Si configurano reati di associazione per delinquere finalizzate alla riduzione in schiavitù psichicamente fragili etc
Gli articoli dei suddetti giornali illustrano le motivazioni delle denunce e in particolare
La Repubblica con ampia documentazione che casomai riporta in positivo tutte le attività dell'Associazione marchigiana.
 
Personalmente mi sono sentita chiamata " in causa"; da anni frequento Il Punto Macrobiotico di Firenze in P.zza Tasso e acquisto prodotti alimentari eccellenti nel negozio "Un Ramerino" di via Bartolini, frequento periodicamente corsi di cucina macrobiotica (in cui con correttezza vengono illustrati i metodi di cottura, combinazioni di alimenti, stagionalità etc), conferenze, vacanze in montagna, automassaggio e respirazione, tutte attività a costi contenuti e tese alla divulgazione di uno stile di vita salutistico.
 
Non voglio addentrarmi in considerazioni sul fondatore dell' Associazione che non conosco personalmente, ma certo sui collaboratori del Ristorante e del Negozio di cui ho avuto modo di apprezzare la passione per il lavoro teso a divulgare quanto importante sia il cibo non solo per la salute e la prevenzione da malattie  ma anche per l'ambiente e l'intero pianeta.
 
Nell'atteggiamento di queste persone ho avvertito un profondo richiamo etico alla responsabilità di ciascuno per la cura della nostra salute.
Mi sento in questo momento di esprimere tutta la mia solidarietà agli operatori del Punto Macrobiotico ed invito chi frequenta queste realtà e ha contribuito a creare il clima di familiarità che vi si avverte a fare altrettanto.
 
Sonia Auzzi       
 
20 marzo 2018     

Firma questa petizione


O

Il creatore della petizione potrà vedere le informazioni inserite in questo form.
Facebook