Un aiuto per i diabetici.

Abbiamo bisogno della vostra solidarietà e della vostra firma per mantenere quello che ci hanno dato e oggi ci vogliono togliere. 

Omnipod da a noi lbertà, e questa libertà vogliono portarcela via. 

Questo dispositivo prescritto dagli specialisti e stato a noi dato in dotazione a maggio 2015, per una migliore qualità di vita, oggi ci viene chiesto di restituirlo, in quando l'Asl non garantisce il dispositivo. 

Noi siamo diabetici Mellito 1 insulino dipendente (diabete giovanile) cioè la forma più grave essendo una patologia cronica. 

Firmate per aiutarci a non farci portare via quello che a noi è un salvavita. 

E' importante che tutti i diabetici possano vivere una vita libera e serena, garantendo questo dispositivo. Tutte le Asl devono concederlo. 

Milife "Omnipod " è un microinfusore per insulina a gestione innovatica e semplice, che non necessita di un catatere di collegamento. E' un  composto di due parti : il Pod ( Micronfusore Patch), che si applica direttamente sulla pelle grazie a un supporto adesivo, e il PDM (palmare di controllo ) per la memorizzazione dei dati relativi alla terapia, la programmazione e il monitoraggio wireles del Pod. Il PDM contiene il suggeritore di bolo e guida l'utilizzatore progressivamente nella sostituzione del Pod. Il Pod ha una durata di massimo 3 giorni e contiene le batterie necessarie al funzionamento, che non devono quindi essere acquistate come materiale di consumo. Il sistema non richiede l'acquisto di altri componenti (set infusore, serbatoi, batterie speciali, service packs, adattatori ecc).

Milife Omnipod è l'unico sistema di seconda generazione senza catetere con vantaggi dimostrativi clinici e sulla qualità della vita. La non interruzione della basale (ad esempio per fare sport o fare il bagno) ha vantaggi clinicamente significativi. L'assenza del catetere migliora in maniera significativa la qualità della vita, la libertà e l'autonomia delle persone in terapia microinfusionale .

Questa è la lettera di Anna e di tutti gli altri ragazzi, hanno chiesto di diffonderla per farvi capire l'importanza della libertà. 

Sono Anna, ho tredici anni, una dei tanti insulinodipendenti che soffrono di diabete  Mellito tipo 1.

Sono qui per parlare di me, di Manuel, di Stefania e di tanti altri ragazzi.

-12 Marzo 2010 : Un giorno che non dimenticherò, arriva la diagnosi di Diabete Mellito Tipo 1. Il primo controllo glicemico, la prima iniezione, il Diabete diviene mio compagno di vita per sempre... passano cinque lunghi anni, io mi adatto, cresco, imparo, diventa tutto abitudine : le iniezioni, gli aghi, i calcoli, i controlli, le ipoglicemie, le iperglicemie. Mi impegno, mi sacrifico per tenere testa al Diabete, e come ogni bambino e adolescente, alla vita.

Minimo quattro inieizoni al giorno, per sempre dicevano... -19 Luglio 2015 : Inizio un percorso, una prova, provo My Live OmniPod, inizia la libertà.

OmniPod è un dispoditivo medico, un microinfusore, che mi permette finalmente di essere libera e serena, io rinasco, l'entusiasmo, il sorriso davanti alle glicemie piu stabili, le cicatrici degli aghi che piano piano spariscono...una vita nuova...ora gestisco tutto meglio, è piu facile, meno invasivo.

Lo stile di vita è finalmente meno rigido, sento di nuovo il profumo della libertà, ora io non mi adatto al diabete, ora finalmente il diabete si adatta a me. Niente più punture, tutto cosi bello...la mia vita procede, io cresco, sorrido, inizio nuovi percorsi in modo sereno, il diabete non mi ferma più, sembra un sogno... -7 Ottobre 2015: Il sogno finisce. La ditta Ypsomed (produttrice del dispositivo), non fornirà piu alla diabetologia di Alghero il materiale neccessario per seguire la terapia con tale disposotivo, la ASL non da le garanzie neccessarie all'azienda.

Ora chiedo: Come sarà quel "per sempre"? Cosa succederà a me? A Manuel? A Stefania?...il nostro sogno deve svanire? Si tratta di una questione economica, burocratica...ma pensadoci bene, era un sogno? Era semplicemente la soddisfazione di un nostro DIRITTO. Chiediamo troppo? Non siamo più disposti ad adattarci, ci avete dato la libertà che attendevamo da cosi tanto tempo...noi sappiamo quanto vale questa libertà, noi ce la terremmo stretta.

 


Monica Monaco Giorgia Manca Michele Calvisi    Contatta l'autore della petizione

Facebook